411733 - PADOVA - Asma bronchiale: recenti progressi diagnostici e terapeutici

Inizio: 09-05-2024 - Fine: 12-05-2024

Chiusura iscrizioni: 12-05-2024


Formazione residenziale - Crediti ECM: 4.0


Ore previste: 4.00 – Posti disponibili: 50 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Geriatria
Malattie dell'apparato respiratorio
Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza
Medicina fisica e riabilitazione
Medicina interna
Medicina dello sport

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

L'asma bronchiale è una affezione cronica delle vie aeree caratterizzata da infiammazione e iperreattività bronchiale, che conducono ad episodi ricorrenti di respiro sibilante e affannoso, tosse e senso di oppressione toracica. L’asma rappresenta la malattia respiratoria più diffusa nella popolazione generale.

Negli ultimi anni sono stati raggiunti significativi progressi sia nella diagnosi che nella terapia dell'asma, tali da migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da questa condizione.

Sono stati sviluppati nuovi test di funzionalità respiratoria che permettono una valutazione più accurata del quadro disfunzionale del paziente, come la misurazione della frazione espirata di ossido nitrico (FeNO), che consente di monitorare la gravità della malattia e la risposta al trattamento farmacologico.

La migliore comprensione dei meccanismi patogenetici dell'asma e l'identificazione di biomarcatori predittivi di risposta al trattamento, permette attualmente di adottare un approccio terapeutico personalizzato, mirato a trattare le specifiche caratteristiche dell'asma che contraddistinguono ogni singolo caso.

Il raggiungimento di insoddisfacente controllo della malattia asmatica rappresenta un obiettivo fondamentale delle cure, conducendo ad una riduzione del rischio di esacerbazione e ad un miglioramento della qualità di vita del paziente. Tra le nuove opzioni terapeutiche, i farmaci biologici e la triplice terapia inalatoria offrono la possibilità di un migliore controllo della malattia anche nei casi più gravi. Diviene pertanto fondamentale conoscere questo nuovo armamentario terapeutico.

Programma scientifico