WEBINAR - Malattie respiratorie comuni e rare: BPCO, Asma e IPF. Update 2021.

Inizio: 26-11-2021 - Fine: 29-11-2021

Chiusura iscrizioni: 26-11-2021


Formazione a distanza - Crediti ECM: 3.0


Ore previste: 2.00 – Posti disponibili: 0 – Stato corso:

Raggiunto il numero massimo di iscritti al corso. Non è possibile accedere.


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Geriatria
Malattie dell'apparato respiratorio
Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza
Medicina interna
Anatomia patologica
Radiodiagnostica
Medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro
Medicina generale (medici di famiglia)

Infermiere:
Infermiere

Tecnico sanitario di radiologia medica:
Tecnico sanitario di radiologia medica

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

Le malattie dell’apparato respiratorio siano esse comuni o rare, rappresentano una delle sfide più appassionanti e critiche in medicina.

 

La bronco pneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia respiratoria caratterizzata da tosse cronica, produzione di catarro e dispnea, con una progressiva riduzione del flusso aereo respiratorio, misurabile attraverso la spirometria, che negli stadi più avanzati, conduce a insufficienza respiratoria con richiesta di ossigenoterapia e conseguente disabilità.

 

L’asma è una delle malattie respiratorie croniche più diffuse nel mondo, presente in tutti i paesi anche se con livelli molto variabili. Rappresenta quindi un consistente problema di sanità pubblica, anche perché la sua prevalenza è in aumento a causa della convergenza di diversi fattori. Si tratta di una malattia complessa che si manifesta attraverso una infiammazione cronica delle vie aeree. L’infiammazione genera un aumento della responsività bronchiale che, a sua volta, causa episodi ricorrenti (i cosiddetti ‘attacchi d’asma’) di crisi respiratorie, respiro sibilante, senso di costrizione toracica e tosse.

 

La Fibrosi polmonare idiopatica (IPF) è una malattia rara classificata tra le polmoniti interstiziali idiopatiche, caratterizzata da esordio subdolo, con sintomi aspecifici persistenti (tosse secca e dispnea da sforzo), che in alcune categorie di soggetti devono accendere il sospetto medico. Nella diagnosi giocano un ruolo chiave l’anamnesi, l’esame TC del torace e talvolta la biopsia polmonare. L’IPF ha una prognosi infausta, con una sopravvivenza mediana paragonabile a quella di alcuni gravi tumori maligni, oggi in parte modificabile con le terapie disponibili. Questo rende sempre più necessario pervenire ad una diagnosi precoce. 

Il tempestivo riconoscimento di ciascuna di queste patologie è determinante nell’ambito dell’indicazione terapeutica corretta, soprattutto in un contesto in cui gli studi sempre più approfonditi sui meccanismi fisiopatologici si sono avvalsi anche delle tecniche di biologia molecolare, costringendo a ripensare in modo nuovo sia gli aspetti diagnostici che terapeutici.

Il corso si propone di approfondire gli aspetti sintomatologici, diagnostici e terapeutici delle tre malattie polmonari, anche mediante numerose discussioni in aula con l’obiettivo formativo di svilupparne la conoscenza e le adeguate competenze tecnico-professionali

Programma scientifico

17.45-18.00   Apertura waiting room

 

18.00-18.10   Introduzione al corso

 

18.10-18.30   Significato clinico delle Small Airways in Asma e BPCO: nuovi indirizzi ed implicazioni terapeutiche (G. Gardini Gardenghi)

 

18.30-18.50   Nuove acquisizioni in tema di terapia per Asma e BPCO: il ruolo della triplice (M. Bettinzoli)

 

18.50-19.00   Discussione con i discenti

 

19.00-19.20   Fibrosi polmonare idiopatica: come riconoscerla e perché fare diagnosi precoce

(P. Ceruti)

 

19.20-19.40   Interpretazione del segno iniziale di fibrosi (A. Borghesi)

 

19.40-19.50   Discussione con i discenti

 

19.50-20.00   Conclusioni

 

 

Programma scientifico