Le terapie utilizzate per Asma e BPCO aiutano il paziente a contrastare l’infezione da Sars Cov 2?

Inizio: 15-10-2021 - Fine: 15-11-2021

Chiusura iscrizioni: 15-11-2021


Formazione a distanza - Crediti ECM: 2.6


Ore previste: 2.00 – Posti disponibili: 0 – Stato corso:

Raggiunto il numero massimo di iscritti al corso. Non è possibile accedere.


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Allergologia ed immunologia clinica
Geriatria
Malattie dell'apparato respiratorio
Medicina interna
Medicina generale (medici di famiglia)

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

I corticosteroidi per via inalatoria (CSI) sono il cardine della terapia antinfiammatoria per asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). E’ dimostrato che pazienti con comorbidità (anche per patologie respiratorie) hanno esiti peggiori nei soggetti ospedalizzati con COVID-19.

Un problema ampiamente dibattuto è se i CSI proteggano contro COVID-19 o contribuiscano ad aggravare la malattia. L'uso di CSI potrebbe ridurre l'immunità antivirale e aumentare la frequenza di polmonite nei pazienti con BPCO. Tuttavia, i CSI riducono la frequenza delle esacerbazioni e potrebbero persino ridurre la replicazione di SARS-CoV-2, sostenendo così l’ipotesi di essere protettivi contro COVID-19. 

Il corso vuole offrire spunti di riflessione alla luce delle evidenze emerse fino ad oggi che, unite al buon senso, suggeriscono di non interrompere la terapia inalatoria per asma e BPCO; sia  perché la terapia aiuta a proteggere dal rischio di una riacutizzazione della malattia (che può essere ben più grave di una infezione da COVID-19), sia perché alcuni studi sembrano mostrare che la terapia steroidea inalatoria nei pazienti asmatici abbia un effetto protettivo nei confronti del virus in quanto in grado di ridurre l’infiammazione e aumentare le difese nei confronti del virus.

Programma scientifico

40”    Infezione da SARS Cov 2 ed impatto sull’apparato respiratorio (D. Drugzani)

40”    Covid 19 e Asma: esistono correlazioni tra le due patologie? (D. Visca)

40”    Covid 19 e BPCO: esistono correlazioni tra le due patologie? (F. Gumiero)

 

Programma scientifico